mercoledì 2 novembre 2016


Eccoci giunti ad una nuova puntata della rubrica che ospita la sfida tra romanzo e trasposizione cinematografica. 
Nella prima puntata eravamo state noi a decidere di quale titolo parlare ma da oggi in avanti sceglierete sempre voi tramite il sondaggio che trovate in fondo al post. 
Per oggi, sul mio blog, avete scelto Memorie di una Geisha.




“Anche un sasso viene consumato da una pioggia troppo forte.”



COPERTINA FLESSIBILE: 571 pagine
EDITORE: Tea (2008)
COLLANA: I grandi
LINGUA: Italiano

Circondate da un'aura di mistero, le geishe hanno sempre esercitato sugli occidentali un'attrazione quasi irresistibile. Ma chi sono in realtà queste donne? 
A tutte le domande che queste figure leggendarie suscitano, Arthur Golden ha risposto con un romanzo, profondamente documentato, che conserva tutta l'immediatezza e l'emozione di una storia vera. Che cosa significa essere una geisha lo apprendiamo così dalla voce di Sayuri che ci racconta la sua storia: l'infanzia, il rapimento, l'addestramento, la disciplina - tutte le vicende che, sullo sfondo del Giappone del '900, l'hanno condotta a diventare la geisha più famosa e ricercata. 
Un romanzo avvincente e toccante, coronato da uno straordinario ritratto femminile e dalla sua voce indimenticabile.

Ho letto questo libro molti anni fa scegliendolo a caso dalla libreria di mia zia attratta dalla copertina e dalla storia orientale. Da quel momento è entrato nel mio cuore finendo tra i miei romanzi preferiti e credo non ne uscirà più o perlomeno non sarà facile spodestarlo; tant'è vero che anni dopo lo comprai per avere la mia copia personale a casa.
Il romanzo ha una mole davvero consistente ma è scritto talmente bene ed in modo così fluente che ti ritrovi ad entrate completamente nella storia affiancando i personaggi senza nemmeno accorgerti di arrivare alla fine in un batter d'occhio.
In più la storia è semplicemente magnifica; il lettore segue attraverso le pagine le vicende di Sayuri dall'infanzia fino all'anzianità e Arthur Golden ci fa sentire suoi amici mentre leggiamo facendoci di conseguenza arrabbiare, commuovere e rallegrare. 
Descrivere il romanzo in una parola? Fantastico!
Se ancora non lo avete letto dovete assolutamente rimediare.



DATA USCITA: 29 novembre 2005

GENERE: Drammatico , Sentimentale, Storico
ANNO: 2005
REGIA: Rob Marshall
ATTORI: Zhang Ziyi: Sayuri, Suzuka Ohgo: Chiyo (Sayuri da piccola), Ken Watanabe: il "Direttore Generale", Gong Li: Hatsumomo, Michelle Yeoh: Mameha, Youki Kudoh: "Zucca", Kōji Yakusho: l'industriale Nobu Toshikazu, Kaori Momoi: la "Madre", Tsai Chin: la "Zietta", Samantha Futerman: Satsu, Cary-Hiroyuki Tagawa: il "Barone", Kenneth Tsang: il "Generale", Randall Duk Kim: il dr. "Granchio", Nobu Matsuhisa: Nobuyuki Matsuhisa, Makoto Iwamatsu: Sakamoto
SCENEGGIATURA: Robin Swicord

FOTOGRAFIA: Dion Beebe
MONTAGGIO: 
Pietro Scalia
MUSICHE: 
John WilliamsYo-Yo MaItzhak Perlman
PRODUZIONE: 
Steven Spielberg, Gary Barber
DISTRIBUZIONE: 
Eagle Pictures
PAESE: USA, Giappone
DURATA: 144 Min

Il film lo guardai un paio di anni dopo aver letto il romanzo e poi lo riguardai poco tempo più avanti e poi lo riguardai ancora.
Si insomma, ogni tanto lo riguardo perchè sebbene io conosco la storia e le battute a memoria è sempre bellissimo.
Steven Spielberg ed Arthur Golden hanno collaborato alla perfezione nel creare questo gioiello del cinema producendo una pellicola del tutto fedele al romanzo e molto molto coinvolgente con una perfetta fotografia, dei colori stupendi e a mio parere dei bravissimi attori.
Anche questo va assolutamente recuperato se ancora non lo avete visto; è un pò lungo e potrebbe sembrarvi noioso all'inizio perchè è comunque in stile Giapponese quindi drammatico e un pochino lento ma vi prego, non spegnete la tv perchè non ve ne pentirete.


Detto ciò credo sia la prima volta in cui mi trovo seriamente in difficoltà a consigliarvi uno o l'altro perchè sono entrambi magnifici e quasi identici.
Ovviamente nel libro ci si dilunga di più nei dialoghi e nelle descrizioni ma se si fosse fatto lo stesso nel film altro che tre ore di pellicola.
Se non lo avete ancora capito io ho amato tantissimo entrambe le versioni di questo titolo, porto entrambe nel cuore e ve le consiglio vivissimamente, quindi sta a voi leggere e guardare e poi dirmi cosa avete preferito!


E dopo avere completato questo "compito" scegliete il titolo per il prossimo mese.




Ed ecco il post di Chiara, La lettrice sulle nuvole
Ed ecco quello di Jessica, Loving books




7 commenti:

  1. Quanto amo questo film!
    Quanto ho amato questo libro!
    E niente, distribuisco amore oggi!

    RispondiElimina
  2. Anche io ho amato questo libro! Il film invece non l'ho visto, ma se mi capiterà mi fermerò! ;)

    Per la prossima volta ho votato Eragon... e mi sono aggiunta ai lettori fissi! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si si fermati assolutamente perchè ne vale la pena :) Dato che sei già tra i fissi ti invito al giveaway di compleanno :)

      Elimina
  3. Io non ho visto il film, ma il libro l'ho letto tanto tempo fa e mi è piaciuto tanto. Felice di sapere che anche il film è molto ibello

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, ti consiglio di recuperarlo appena puoi, non te ne pentirai!! Se ti va di partecipare oggi è iniziato il giveaway di compleanno qui sul blog :)

      Elimina
  4. ciao, ho amato molto sia il libro che il film ma ho fatto l'errore di guardarlo subito dopo la lettura, perciò per me vince il libro. Poi ho ancora sul gozzo il fatto che abbiano cambiato nel film il nome del Presidente

    RispondiElimina
  5. Ciao, mi sono iscritta tra i lettori fissi del tuo blog, se ti va passa dal mio : http://everybookhasitsstory.blogspot.it/ <3

    RispondiElimina