sabato 18 febbraio 2017



Buongiorno amici lettori! 
Oggi dopo tantissimo tempo di inattività ci sarà finalmente una nuova puntata della rubrica romanzo o film fatta sempre con La lettrice sulle nuvole e Lovingbooks.
L'ultima volta vi avevo recensito il paragone riguardante memorie di una geisha, per questa volta invece tramite il sondaggio avevate scelto Eragon di Christopher Paolini.




"Sapere chi sei senza illusioni o compassione è un momento di rivelazione che nessuno sperimenta restando indenne. Alcuni impazziscono davanti alla pura verità. Quasi tutti cercano di dimenticarla. Ma per quanto il nome dia potere agli altri, anche tu acquisti potere su di te, se la verità non ti spezza."



COPERTINA FLESSIBILE: 651 pagine
EDITORE: Rizzoli (2002)
PREZZO: 15,00

Eragon è il primo volume della saga chiamata il Ciclo dell'eredità.

Eragon è un ragazzo di circa quindici anni che vive con lo zio Garrow e il cugino Roran nel piccolo villaggio di Carvahall, sperduto tra i monti del continente di Alagaësia. È coraggioso e abile nel cacciare; proprio durante una battuta di caccia notturna sulle montagne della Grande Dorsale avviene un evento imprevisto che cambia la sua vita: un oggetto misterioso, una grossa pietra blu cobalto. In seguito alla morte dello zio ad opera dei Ra'zac, temibili quanto inquietanti sicari di Galbatorix, il ragazzo è costretto a lasciare il proprio villaggio. Da quel momento in poi la sua vita diverrà una costante sfida per la sopravvivenza, un susseguirsi di scontri contro Durza e i Ra'zac e un succedersi di incontri che lo porteranno infine a comprendere e ad accettare la propria missione. Ad aiutarlo in questo suo difficile cammino ci sarà Brom, saggio cantastorie di Carvahall, un vecchietto molto riluttante a parlare del suo passato. Brom si occuperà dell'educazione di Eragon, insegnandogli l'antica lingua e alcuni incantesimi. Molti saranno anche i pericoli che dovrà affrontare.

Lessi questo libro nell'anno della sua uscita ben 12 anni fa ma lo ricordo ancora oggi come se fosse ieri e a volte mi viene anche voglia di rileggere l'intera saga. Avevo amato questo libro ed i suoi personaggi così come gli altri 3 volumi che custodisco ancora gelosamente in libreria. Mi piacquero molto le ambientazioni che Paolini aveva dato alla sua storia, la magia che impermeava ogni cosa, i draghi e tutte le altre creature che accompagnano il nostro protagonista nel suo viaggio. Tutto'ora lo consiglierei a qualche bambino di prima o seconda media appassionato di storie di magia; ad un adulto invece non ne sono sicura, ricordo che la scrittura del romanzo era molto semplice, l'autore aveva infatti solo 16 anni quando scrisse Eragon ed era il suo romanzo d'esordio, non avendolo riletto recentemente non so come il tutto apparirebbe agli occhi di un lettore più maturo ma ne rimarrò sempre affezionata.
Se un giorno rileggerò il libro o l'intera saga vi farò comunque sapere.



DATA USCITA: 22 Dicembre 2006
GENERE: Epico, fantastico, avventura
ANNO: 2006

REGIA: Stefen Fangmeier

ATTORI: Edward SpeleersJeremy IronsSienna GuilloryRachel WeiszRobert CarlyleJohn MalkovichGarrett HedlundDjimon HounsouAlun ArmstrongChristopher EganJoss StoneSteve SpiersGary LewisCaroline ChikezieTamsin Egerton

SCENEGGIATURA: Peter Buchman
FOTOGRAFIA: Hugh Johnson
MUSICHE: Patrick Doyle
PRODUZIONE: 
20th Century Fox
DISTRIBUZIONE: 
20th Century Fox
PAESE: USA, UK, Ungheria
DURATA: 110 Min

Ci sono molte differenze tra romanzo e film a partire da cose a mio parere poco rilevanti come ad esempio l'eta di Eragon o l'aspetto fisico dello stesso Eragon e di Arya a finire da cambi radicali come il tempo di crescita di Saphira che penso però siano dovuti alla scelta di non fare un film di tre ore. 
Anche il film lo ricordo abbastanza bene, come ricordo che mi era anche abbastanza piaciuto anche se non lo avrei mai riguardato una seconda volta non perchè fosse noioso ma perchè ritengo abbiano fatto delle scelte tali per cui il libro è molto meglio.
Specialmente perchè, avendo più "tempo" di narrazione, sono spiegati molti più fatti e raccontati anche in modo diverso.
Una cosa che ho veramente odiato della pellicola è il doppiaggio della dragonessa.
Un drago è una creatura antica, importante e soprattutto imponente e la voce che le hanno attribuito è invece quella che ci si aspetta da un barboncino; capisco che è di sesso femminile ma ritengo si potesse fare di meglio.


A questo punto, anche se penso lo abbiate già capito, mi rimane solo da dire che il libro batte il film 10 a non proprio zero ma circa un 5.

Voi cosa ne pensate?

Di seguito vi lascio il sondaggio per scegliere il nuovo titolo del prossimo appuntamento.



Ed ecco anche i post delle mie colleghe di rubrica:








mercoledì 15 febbraio 2017


Gli artigli dell'angelo


Autrice: Cristiana Cappelli Rossi
Casa editrice: Sprint edizioni
Anno di pubblicazione: 2013
Pagine: 256
Prezzo: cartaceo 16,50
       ebook 4,99


Questa è una storia come tante, in una città come tante; una storia di violenza odio e dolore ….Come tante. Claudia è un’ adolescente che si ritrova a dover affrontare una serie di situazioni tragiche, che passano dalla brutalità all’anoressia. Aiutata da un giovane psicologo la ragazza riuscirà a trovare la strada per imparare a camminare da sola.

Mi sono sempre interessati i romanzi che parlano di problemi legati al cibo, non perchè io stessa abbia avuto problemi e mi ritrovi nei racconti ma perchè credo che esserne informati non sia mai una cattiva cosa.
In più mi sono avvicinata a questo romanzo anche per l'autrice che ho conosciuto tramite i tutorial di uncinetto e che trovo sia una persona meravigliosa per quanto poco la conosca ma passiamo ora a parlare del libro.

Senza rovinarvi troppo la storia vi dico che questo romanzo non parla solo di anoressia, parla di violenza fisica di diversi tipi e di quella mentale che porta pian piano all'autodistruzione di chi le subisce. Ci viene raccontata la storia di Claudia, una ragazza comune come possono essere tante altre e di quello che subirà negli anni, del punto critico a cui arriverà e pian piano della sua risalita grazie a tante cose. E' stata una lettura profonda ma che non mi ha mai annoiata anzi, mi ha sempre tenuta sveglia e curiosa di sapere di più su Claudia e di "stare vicino a lei". La scrittura è scorrevole e la narrazione è molto colloquiale alleggerendo di molto quella che sarebbe in realtà una trama molto importante e di cui non è mai facile parlare. Ho amato questo romanzo ed i suoi personaggi (alcuni in realtà li ho odiati) e alla fine di queste storie mi chiedo sempre se c'è stato qualcosa di simile nella vita di chi le ha scritte per poterle raccontare in modo così vivido ed espressivo.

Purtroppo però c'è anche un lato negativo di cui l'autrice non ha però nessuna colpa; mi sono infatti informata e proprio come temevo la casa editrice è stata abbastanza incompetente sul lavoro di editing approfittando probabilmente di una scrittrice alla prima pubblicazione che si era completamente affidata a loro. Troviamo infatti diversi errori di ortografia come anche parole mancanti o in altri casi ripetute; all'ennesima "distrazione" ammetto che un pò di fastidio c'è ma vale davvero la pena far finta di niente e proseguire la lettura fino alla fine.






giovedì 2 febbraio 2017


Buongiorno a tutti!!
Come vi avevo annunciato oggi è il 2 Febbraio quindi eccomi qui per dare il via alla seconda tappa dalle challenge in cui dovrete leggere:

- un libro molto colorato e in cui sulla copertina ci sia qualcuno con una maschera oppure in cui si parla di una festa.
- un libro random scelto da voi.

In più vi aggiorno sui primi punteggi:

Lara Milano con 16 punti
Sara Esse con 14 punti
L'angolo dei libri con 12 punti
Consuelo Palladineve Ripari con 12 punti
Cristina con 8 punti


Detto questo non mi resta che augurarvi buone letture e ci rileggiamo il 28 con il post di chiusura di tappa :)